venerdì 23 giugno 2017

Lo spettacolo Skies di João Garcia Miguel al Teatro India di Roma il 6 e 7 luglio

 
Il portoghese João Garcia Miguel firma Skies, un assolo per la danzatrice Lara Guidetti, una coproduzione Italia-Portogallo.
Un “solo” ispirato alle Baccanti di Euripide, nel quale si indaga la vita e la morte, la distruzione e la rinascita del divino che è in ogni essere umano. A partire dall’unione di Eros e Thanatos, così bene illustrato dalla tragedia euripidea, prende corpo una fisicità intensa, spasmodica, lirica e energica allo stesso tempo. Una performance intensa e vibrante, in cui corpo, spazio scenico e vocalità si intrecciano nella creazione di un immaginario in grado di far dialogare antico e moderno, classico e contemporaneo, attraverso le metafore che il corpo struttura.
Uno spettacolo vibrante, in cui corpo, spazio scenico e vocalità si intrecciano creando una fisicità intensa, spasmodica, lirica e energica allo stesso tempo.
Liberamente ispirato a Le Baccanti di Euripide
Ideazione, drammaturgia e regia João Garcia Miguel
Coreografia e interpretazione Lara Guidetti
musica originale Sara Ribeiro
luci João Garcia Miguel
regia del suono Cristovao Faria Carvalho
sound designer Italia Marcello Gori
produzione Cia JGM e Sanpapié
in coproduzione con Teatro Cine de Torres Vedras
Teatro Ibérico, Centro Cultural Vila Flor, Centro Culturale de Ílhavo
con il contributo di Governo de Portugal - Direção General das Artes
MiBACT – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo
Teatro India
Lungotevere Vittorio Gassman, 1 • Roma
6 luglio ore 21.00
7 luglio ore 20.00

 https://www.roma.embaixadaportugal.mne.pt/it/l-ambasciata/notizie/1129-lo-spettacolo-skies-di-joao-garcia-miguel-al-teatro-india-di-roma-il-6-e-7-luglio

Il fado di Cristina Madeira all'Accademia Filarmonica Romana. Lunedì 3 luglio


Lunedì 3 luglio 2017 alle ore 21.45 avrà luogo il concerto di FADO della cantante Cristina Madeira, accompagnata da Lelo Nogueira e da Pedro Marques.
In questa notte di Fado, un viaggio attraverso le melodie più belle della tradizione portoghese, dai classici intramontabili di Amália Rodrigues all’apertura a nuove sonorità.
Nell'ambito del Festival “DESIDERIA” dell’Accademia Filarmonica Romana, con il patrocinio dell’Istituto Camões IP e dell’Ambasciata del Portogallo, e la partecipazione di Austria, Brasile, Giappone, India, Iran, Maghreb, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia.
ore 21.45
NOTTE DI FADO
Cristina Madeira voce
Lelo Nogueira chitarra classica
Pedro Marques chitarra portoghese

3 luglio - Accademia Filarmonica Romana, Sala Casella - Via Flaminia 118, Roma, ore 21.45.
BIOGRAFIA ARTISTI
http://www.filarmonicaromana.org/index.php/calendario-concerti/item/352-desideria

https://www.roma.embaixadaportugal.mne.pt/it/l-ambasciata/notizie/1128-il-fado-di-cristina-madeira-all-accademia-filarmonica-romana-roma-lunedi-3-luglio

mercoledì 21 giugno 2017

FIORELLA IALONGO sulla tragedia portoghese

La giornalista e amica FIORELLA IALONGO, «in punta di piedi, con discrezione ed immenso dolore», come lei stessa ci scrive, ci invia i link dei suoi articoli sulla tragedia portoghese.
La ringraziamo di tutto il cuore.


http://www.matchnews.it/it/tematiche-sociali/1437-tragedia-in-portogallo-la-redazione-di-matchnews-ha-un-coinvolgimento-particolare.html


L’immane dramma che sta colpendo il Portogallo con gli oltre 60 morti nell’incendio boschivo a Pedrogao, nella parte centrale del Paese, per la redazione di Matchnews ha un coinvolgimento particolare.
Nel tempo, infatti, essa ha stabilito un’intensa amicizia con l’Istituto Portoghese di S. Antonio a Roma che sostiene nella diffusione della cultura lusitana e rafforzamento dei suoi legami con quella italiana. Per questo la redazione di Matchnews esprime profondo dolore per la tragedia, si stringe forte all’amico Prof. Francisco Dias, al Rettore Mons. Agostinho da Costa Borges, all’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede Dott. Antonio de Almeida Ribeiro, a tutto il popolo portoghese ed invita i lettori ad unirsi nel rispondere all’appello di Papa Francesco in Piazza San Pietro ad una preghiera silenziosa.
La redattrice Fiorella Ialongo esprime il cordoglio della redazione anche al Presidente della Repubblica Portoghese Professor Marcelo Rebelo de Sousa che ha avuto l’onore di conoscere personalmente e di cui ha scritto sul nostro giornale in riferimento alla sua visita di Stato in Italia, ed a cui esprime vivo e profondo apprezzamento per la grande umanità ed alto esempio di vicinanza al suo popolo dimostrati sia in eventi gioiosi come il centenario dell’apparizione della Madonna di Fatima, sia dolorosi come l’incendio devastante di Pedrogao.

http://www.26lettere.it/incendio-a-pedrograo-grande-26lettere-vicina-al-popolo-portoghese/


Vi sono eventi drammatici che, pur lontani fisicamente, si avvertono in maniera particolarmente sentita e vicina. Uno di questi è il furioso incendio che ha colpito la zona vicino Pedrograo Grande, non lontano da Coimbra.  La redazione di “26lettere” esprime profondo cordoglio per il gravissimo lutto nazionale al Popolo portoghese, alle Comunità lusitane presenti in Italia, in particolare all’Istituto Portoghese di S. Antonio a Roma con cui condivide l’amicizia e l’amore per la cultura, e vivo apprezzamento per l’opera che può essere definita eroica da parte dei soccorritori i quali hanno operato in condizioni  disperate con un altissimo prezzo personale.

http://storiacostumeculturasocieta.blogspot.it/2017/06/tragedia-in-portogallo.html



Una immane tragedia ha colpito il Portogallo ed il Popolo di questa Nobile Terra.
Uno spaventoso rogo, alimentato da forti venti e temperature eccezionalmente calde, pare innescato da una scarica elettrica, ha scatenato un vero e proprio inferno nel quale hanno trovato una morte terribile almeno 64 persone, atrocemente carbonizzate o soffocate dal fumo : tra queste, intere famiglie, molti bambini.
A questa tragedia, che ha letteralmente divorato i boschi di Pedrógão Grande, non lontano da Lisbona - , gli Italiani che sono sospinti da quel sincero Amore Fraterno che non conosce confini e che si nutre dei Sacri Principi originati dalla Vitale Scintilla Divina, esprimono i più vivi sentimenti di sincero e profondo cordoglio  e di umana vicinanza: anche attraverso questa pagina Internet.
In particolare,  alle Famiglie delle vittime, a tutto il caro Popolo Portoghese, ed al suo rappresentante Presidente Marcelo Rebelo de Sousa, alla cospicua Comunità Portoghese in Italia, mirabilmente rappresentata dall'Istituto Portoghese di S. Antonio a Roma.

Roma, 19 Giugno 2017

Giuseppe Bellantonio  e Fiorella Ialongo

martedì 20 giugno 2017

Portugal em fogo

 
 
Com a sensação de viver lá, eu choro a tragédia do fogo em Portugal.
 
Sinto muito por este país.
 
Claudio Bibbiani

mercoledì 14 giugno 2017

Fiorella Ialongo sulla mostra di Teresa d'Orey Capucho all'IPSAR

“Ora e prima” in mostra alla galleria d’arte S. Antonio dei Portoghesi 

Scritto da Fiorella Ialongo       

 



Una delle particolarità di un Paese della Penisola Iberica è che festeggia il Giorno del Portogallo e quello delle Comunità Portoghesi nel mondo, nella stessa giornata in cui celebra il suo poeta più famoso: Camoes e non quello in cui fa memoria di una guerra vinta o di una ricorrenza politica.

Questo dato sottolinea il forte legame del  Portogallo con la cultura, la poesia, analogamente alla forza dell’Oceano Atlantico che in qualche modo si è trasmessa ai suoi grandi navigatori. In questa linea la Galleria d’arte S. Antonio dei Portoghesi, nell’omonima via a Roma, ha inteso sottolineare l’evento con la personale di pittura e disegno di Teresa D’Orey Capucho intitolata: “Ora e prima”. Per ella si tratta della prima presenza in Italia e per questo la mostra gode del patrocinio dell’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede Antonio De Almeida Ribeiro.

L’artista si è formata alle principali scuole d’arte di Lisbona e proviene da una importante famiglia con una forte sensibilità artistica, il padre è stato uno dei maggiori esponenti dell’espressione artistica che si ispira agli azulejos (piastrella di ceramica smaltata e decorata). La curatrice della mostra è stata la prof.ssa della Facoltà di Belle Arti di Lisbona Luisa Arruda, la sponsorizzazione del “Centro de Investigaçao e de Estudos em Belas-Artes – CIEBA”. Teresa D’Orey Capucho è una donna della tradizione portoghese, madre di 4 figli ed 8 nipoti.

La sua personale è dedicata alle donne confrontando quelle di ieri con quelle di oggi attraverso la raffigurazione di donne protagoniste di episodi biblici dell’Antico Testamento e dell’antichità classica: Penelope, Betsabea, Dalila. Di loro ha rappresentato un momento particolarmente delicato, difficile ed intenso della propria vicenda personale. Le donne di oggi sono invece raffigurate in momenti della loro vita quotidiana cogliendo un’espressione oppure un’attimo, ad esempio mentre si allacciano dei sandali, o disegnando una donna vegana, simbolo dell’ attenzione alla natura, all’ecologia. Molte di queste ultime figure sono ispirate da membri della famiglia dell’artista di cui ha voluto cogliere un aspetto particolare. Nella sua investigazione Teresa D’Orey Capucho ha cercato di sottolineare la forza delle donne nelle sfide importanti della loro vita con i sentimenti più importanti come l’amore e l’odio  La tecnica delle opere è mista, sono disegnate prima a carboncino e successivamente vi è la pittura.

Inoltre, la pittura è preponderante rispetto alla ritrattistica. Nelle tele esposte vi sono anche i paesaggi del luogo in cui abita l’artista. In piccoli disegni, infatti, vi è il paesaggio di un promontorio: Capo della Roca con le sue pietre, il forte vento dell’Oceano Atlantico che scuote le cime degli alberi, simbolo delle grandi sfide della vita. La mostra è visitabile fino al 17 giugno dalle 17,00 alle 20,00.
 
Fiorella Ialongo    
   


martedì 13 giugno 2017

Santo Antonio da Lisbona e di Padova

È oggi!


Ringraziamo Francesco Paniccia, che ci ha fatto avere questa divertente immagine che concentra le due icone delle feste popolari a Lisbona: il "majerico" profumato e la sardina alla griglia...



Lasciamo anche una selezione di musica per augurare a tutti i nostri lettori una bellissima festa di Sant'Antonio!